Escursioni ad Alghero - Imperatore Travel World

Escursioni ad Alghero

Home escursioni ad alghero

alla scoperta della natura algherese!

Se volete scoprire la parte più incontaminata e bella di Alghero dovete sapere che ci sono almeno quattro escursioni che vi porteranno nei luoghi più suggestivi di questa caratteristica cittadina sarda. 

La Grotta di Nettuno


La Grotta di Nettuno, all'interno dell'Area Marina Protetta di Capo Caccia - Isola Piana, è una delle grotte più suggestive della Sardegna. Situata sotto lo sperone di roccia del Capo, è possibile raggiungerla sia via mare che via terra, percorrendo i 656 gradini della Scala del Capriolo, meglio conosciuta come Escala del Cabirol. Partendo dal Lago Lamormara con la sua Acquasantiera - una colonna stalagmitica - si arriva alla Sala delle Rovine e a quella della Reggia caratterizzata da colonne calcitiche alte circa 9 metri. Nella Sala Smith si potrà ammirare il Grande Organo, maestosa colonna di 49 metri. Proseguirete verso la Sala delle Trine e dei Merletti e infine verso la terrazza della Tribuna della Musica. Dal periodo di Pasqua fino a ottobre è possibile visitare la grotta tutti i giorni dalle 08:00 alle 20:00, partendo dal Porto di Alghero con un traghetto. L'ingresso costa 10€ mentre i bambini pagano 5€. Per i gruppi è previsto uno sconto di 7€. 

Via Ferrata del Cabirol


Gli amanti dell'avventura impazziranno per questo percorso! Tra l'Area Marina Protetta di Capo Caccia e il Parco Naturale di Porto Conte, lungo le falesie che fanno da confine, si dirama la Via Ferrata del Cabirol. C'è da dire che questo è un percorso per escursionisti esperti ed è caratterizzato da due traversi collegati da una sequenza di verticali. Il primo cavo d'acciaio porta alla "grande cengia" ed è cinto da ginepri e macchia mediterranea. Un secondo cavo vi porterà ad un tetto a strampiobo che sporge per 15 metri. In pochi minuti arriverete, infine, alla verticale di 22 metri, la parte più difficile del percorso. Raggiunta la "cengia alta" inizia il percorso di rientro. È necessario indossare casco di protezione, imbragatura e doppia longe con dissipatore. Lungo tutto l'itinerario il segnale telefonico risulta assente. Per maggiori informazioni: +39 347 2903101 o associazione@segnavia.it. 

Escursione sul Monte Timidone


All'interno della foresta Prigionette, nel cuore del parco di Porto Conte, troviamo il Monte Timidone, noto ai più per l'insediamento di alcune specie di animali risalente a più di dieci anni fa. Arrivare in vetta è un po' difficoltoso, ma una volta in cima resterete a bocca aperta per la bellezza del panorama che si apre sulle baie di Porto Conte, Porticciolo e Porto Ferro. Qui, non sarà difficile incontrare simpatici e dolci asinelli bianchi, testuggini, cavali e grifoni. Questa escursione dura dalle 3 alle 5 ore e tocca un'altitudine di 361 metri sopra al livello del mare. Portate con voi un cappellino per riparvi dal sole e una bottiglia d'acqua! Consigliato un abbigliamento da trekking. 

Escursione da Capo Caccia a Torre della Pegna


L'escursione che da Capo Caccia porta a Torre della Pegna dura circa quattro ore. La distanza da percorrere è abbastanza breve, ma diventa difficoltosa, in certi tratti, a causa della mancanza di un sentiero ben delineato. Una volta arrivati al monte si potrà ammirare la bella Torre di origine aragonose, edificata su una falesia a strapiombo sul mare di oltre 200 metri di altezza. Da qui la vista si apre sulla baia di Porto Conte, sul Monte Timidone e la sua foresta, su Punta Cristallo e su Capo Caccia. Durante il tragitto potrete incontrare dei daini che arrivano dalla Riserva e dei grifoni. Nelle vicinanze vi è inoltre Cala Dragunare, ideale per un bagno post-escursione!