Consigli ed esperienze di viaggio sull’Isola d’Ischia - Imperatore Travel World
Isola d'Ischia
Guida Isola d'Ischia
120 Strutture in Isola d'Ischia
MENU:
Isola d'Ischia

Guide Viaggi:

Isola d'Ischia

DESCRIZIONE: CHIUDI

L’Isola d’Ischia è la maggiore delle tre isole del Golfo di Napoli e anche quella più ricca di attrattive da scoprire. I suoi 6 comuni infatti - Ischia, Casamicciola Terme, Lacco Ameno, Forio, Serrara Fontana e Barano -  sono uno sconfinato scrigno di tesori e i loro paesaggi, una fonte continua di emozioni.

Non a caso quest’isola è chiamata Isola Verde. Qui infatti troverete una natura ricchissima e quanto mai varia che spazia dal mare con le sue belle spiagge e l’Area Marina Protetta Regno di Nettuno, alle colline, alla montagna, dai canyon di tufo bianco ai fitti boschi con le loro sorgenti, dai terrazzamenti coltivati a vite e alberi da frutta, alle incredibili fonti termali. Una natura, quella di Ischia, baciata da un clima che la rende attraente durante tutto l’anno e che la colora di toni vivaci e sempre nuovi.

Ma la natura non è la sola meraviglia che troverete qui. Il Castello Aragonese del borgo antico di Ischia Ponte, il Museo di Villa Arbusto con la sua mitica Coppa di Nestore e gli Scavi di Santa Restituta a Lacco Ameno, le torri di Forio, il Palazzo Reale non faranno che parlarvi di un passato pieno di storia.

Numerosissime le spiagge e quanto mai diverse: sabbia fine o un po’ più grossa, scogli,  piccole calette e lunghi lidi dove perdersi dinnanzi alla luce di un tramonto.
 

Ischia è un’isola di contadini ancor più che di pescatori. I suoi prodotti tipici ce lo raccontano bene: piatto tradizionale isolano è il coniglio di fossa alla cacciatora, e poi ci sono i fagioli zampognari, legumi autoctoni delle colline di Campagnano. Sia il coniglio di fossa ischitano che i fagioli zampognari sono due presidi Slow Food. L’Isola Verde è anche terra di grandi vini: è di Ischia il primo vino bianco a ricevere la denominazione DOC negli anni ‘60. E poi i liquori: oltre allo squisito limoncello, qui si produce un eccezionale liquore di rucola, il rucolino appunto, il nocillo e il fragolino.

Come arrivare: 
Traghetti da Napoli (Porta di Massa) e da Pozzuoli. 
Aliscafi da Napoli Beverello.

Mappa
Photo Video